Social Signal

Ciao e benvenuto in questo primo report sui rimedi contro il mal di testa.

Grazie per essere qui e Complimenti per aver deciso di prenderti cura della tua salute.

Questo è il primo di tre report gratuiti grazie ai quali conoscerai tante informazioni che, sicuramente, ora ignori.

Da oggi riuscirai finalmente ad eliminare una volta per tutte il mal di testa dalla tua vita, smetterai di soffrire ed imbottirti di medicinali pericolosi per il tuo organismo e che, oltretutto ti permettono di alzare la testa solo per qualche ora, per poi farti ripiombare tra i lancinanti dolori del mal di testa.

Il mal di testa (o cefalea) è uno dei fattori invalidanti maggiori per la popolazione mondiale.

Come te ne soffre un gran numero di persone. Si è calcolato che oltre il 90% della popolazione abbia avuto almeno un’esperienza di mal di testa in tutta la sua vita.

E questa potrebbe essere una notizia di poco conto in quanto avere per una volta il mal di testa non è una cosa grave e preoccupante.

Il discorso cambia se si iniziano a fare numeri ben precisi: in Italia almeno 14 milioni di persone soffrono di mal di testa ricorrente ed esse spendono circa 2 miliardi di euro in farmaci di vario genere.

Anche tu fai parte di questa grande schiera di persone??

Se sei qui, è perché anche tu ne fai parte e probabilmente ti sei reso conto, come me, che non è giusto imbottire il tuo fisico di medicinali di vario genere per avere un sollievo esclusivamente temporaneo.

Ma se lo stai facendo la colpa non è assolutamente tua ma del sistema malato in cui viviamo.

Ma chi sono io per parlarti così?

E soprattutto perché ne so tanto ?

Sono una persona comunissima proprio come te.

Ora sento già la tua domanda: ma se non sei un medico come fai a dirmi quello che posso fare per far finalmente sparire il mal di testa dalla mia vita?

La tua domanda è logica e comprensibile.

E voglio subito darti una spiegazione: mio cugino Giacomo oggi ha 38 anni e quattro anni fa ha iniziato a soffrire di mal di testa ricorrente.

O meglio, in un primo tempo gli episodi di cefalea erano saltuari e poco ricorrenti; piano piano l’intensità e la frequenza degli attacchi è andata rafforzandosi rendendogli la vita sempre più difficoltosa e complicata.

Le assenze dal lavoro erano sempre più frequenti (ed il titolare dell’azienda per cui lavora gli aveva fatto un richiamo, anche se soltanto verbale); i suoi rapporti con la moglie ed i figli erano diventati succubi del suo stato di salute (spesso era costretto a dire no alle richieste di stare in compagnia dei figli perché non vedeva l’ora di sdraiarsi a letto al buio e al silenzio); la sua vita sociale era diventata pari a zero in quanto se non aveva il mal di testa, aveva un altro grandissimo problema: la mancanza di soldi.

Per tentare di risolvere il dolore alla testa aveva:

  • cercato e subito innumerevoli visite specialistiche,
  • assunto farmaci di ogni genere
  • e pagato per cure ed esami di varia specie.

I risultati di tutto ciò erano che il suo mal di testa era dovuto ad un insieme di fattori scatenanti tra cui lo stress, l’alimentazione, l’ansia, l’abuso di farmaci (sì, proprio l’abuso di farmaci !!) e che avrebbe migliorato la situazione soltanto assumendo altri farmaci su farmaci.

C’è una cosa che tu devi sapere ed è ora che qualcuno te la riveli.

Le soluzioni ad una gran parte di disturbi fisici sono assolutamente semplici ed indolori (ed anche poco costose) e vorrei aggiungere anche definitive.

Ma ti rendi conto che fine farebbero i medici se tutti noi sapessimo come risolvere problemi non gravi ma molto fastidiosi come il mal di testa, con soluzioni semplici e addirittura efficaci per sempre??

Dovrebbero chiudere i battenti. E con ciò, si stopperebbe il flusso continuo di soldi che entrano nelle loro tasche, dovuto a visite specialistiche, percentuali sui medicinali consigliati ecc. ecc.

Eh sì … la casta dei medici fallirebbe in un batter d’occhio.

È proprio per questo che nessun medico “classico” si sognerebbe mai di rivelarti i VERI RIMEDI MAL DI TESTA e cioè dirti che con una serie di accorgimenti naturali e giornalieri puoi allontanare per sempre la cefalea dal tuo fisico.

Anzi loro ti infilano in un tunnel di visite specialistiche, di esami di ogni genere, di medicinali vari; tunnel che ha il potere di lenirti solo temporaneamente il dolore e di non risolverti la causa scatenante del mal di testa.

Altrimenti come farebbero a tenerti in loro pugno??

Perciò il giro è chiaro:

all’inizio del tuo malessere la prassi è quella di una visita specialistica (per cui paghi una parcella di fiori di soldi, tipo 150 – 200 euro), con conseguenti esami e analisi (anche esse, ti tirano fuori centinaia di euro dal portafoglio dai 100 ai 500 euro).

Risultato: medicine di vario genere (spesso a pagamento anche esse, 50 – 100 euro) che leniscono il dolore solo per un po’ di tempo.

Al riapparire del problema (che spesso è prima di quanto pensi) il giro è di nuovo lo stesso: visita specialistica e altri medicinali (e tu paghi ancora).

Il risultato finale è questo:

  • stai male come prima;
  • non hai risolto nulla se non temporaneamente;
  • il tuo portafoglio piange lacrime amare.

Ma ritorniamo a Giacomo ….

Gliene avevo già parlato, ma fino a due anni fa Giacomo non ne voleva proprio sapere: pensava fossero tutte sciocchezze.

Ad un certo punto, sfinito da dolori, agitazione, malessere e senso di impotenza, mi ha chiesto (quasi in ginocchio) di fargli conoscere l’uomo che sarebbe stato il suo salvatore: un medico di mia conoscenza.

Fortunatamente la “casta” dei medici non li raggruppa proprio tutti (ne fanno parte tanti ma ce ne sono alcuni che sono seri e veramente professionali).

Io ho avuto la possibilità e la fortuna di conoscerne uno che è diventato anche mio amico ed al quale mi rivolgo per ogni problema di salute che ho e che hanno i miei familiari ed amici.

Ho portato Giacomo da lui e l’ho visto rinascere piano piano.

La prima cosa che il mio amico medico ha detto a mio cugino è stata quella di abbandonare le medicine.

E ti spiego subito perché.

La cefalea è considerata patologia benigna in quanto non mette a rischio la vita del paziente e non causa deficit e danni neurologici permanenti.

Però, può essere fortemente invalidante e disabilitante da compromettere la vita di chi ne soffre sia in ambito familiare, che sociale e lavorativo.

Per questo motivo un grandissimo numero di persone (anche mio cugino, ovviamente) cerca di lenire i disagi provocati dalla cefalea utilizzando medicinali di vario genere: compresse, gocce, bustine, sciroppi, iniezioni e chi più ne ha, più ne metta.

E purtroppo il dolore invalidante che porta la cefalea, ti incanala in un tunnel di utilizzo di farmaci diventando quasi dipendente da essi, convinto che siano i rimedi mal di testa efficaci.

Non so se tu hai mai letto le controindicazioni dei medicinali che assumi per lenire il tuo mal di testa !!!

Ovviamente non ti inserirò i nomi dei medicinali ma ti parlerò dei componenti principali e delle loro principali controindicazioni.

Triptani (sumatriptan, rizatriptan, zolmitriptan): possono causare problemi al cuore, innalzamento repentino della pressione arteriosa, insufficienza epatica o renale grave.

Antiemetici (metoclopramide, domperidone): possono causare malattia epilettica, morbo di Parkinson e altre affezioni extrapiramidali, glaucoma; in associazione con bevande alcoliche o inpotici può dare azione sedativa.

FANS (acido acetilsalicilico, ibuprofene, naprossene sodico, indometacina, ketoprofene, ketorolac, diclofenac): possono causare ulcera allo stomaco.

Ergot e derivati (ergotamina): possono causare pressione alta fuori controllo ulcera allo stomaco e problemi cardiaci.

Altri Farmaci (paracetamolo, barbiturici – anche in associazione): possono causare malattie gravi al fegato.

Bene, arrivati a questo punto devo confidarti che lo stomaco di mio cugino Giacomo era diventato un colabrodo (talmente era irritato e rovinato dall’utilizzo di farmaci per lenire il mal di testa) e la sua salute andava peggiorando giorno dopo giorno.

Per cercare di migliorare questa situazione era costretto ad assumere altre medicine (protettori dello stomaco, medicine per la pressione sanguigna) e stare molto attento alla situazione del suo fegato.

Come ti ho già detto, il primo input che gli ha dato il mio amico medico, è stato quello di buttare via tutte le medicine per il mal di testa e quelle per proteggere lo stomaco (non avevano più senso di essere assunte in quanto Giacomo non ingeriva più farmaci che avrebbero infastidito lo stomaco).

A questo punto mio cugino è di nuovo sprofondato in un turbinio di emozioni contrastanti: era talmente succube e dipendente dalla presenza delle sue “amate ed odiate” medicine che solo al sentire di doverle buttare via, si è fatto prendere dal panico !!!

Poi ha iniziato a dispensagli degli altri consigli che io giro volentieri anche a te.

Ambiente: il luogo in cui si vive (quindi sia la casa che il luogo di lavoro) deve contribuire a creare un’atmosfera rilassante e senza intoppi che facilitino l’insorgenza di dolori alla testa.

Per esempio l’illuminazione svolge un ruolo molto importante.

1. Elimina ogni possibilità che i raggi del sole o il fascio di luce artificiale si rifletta sui vetri dei quadri, sugli specchi o su altre superfici lucide che possano provocare riverberi fastidiosi per gli occhi e per la cefalea.

2. Nelle zone dove lavori crea un’illuminazione diffusa che eviti zone di ombra (che obbligano la vista a sforzarsi). Se hai maggiore bisogno di luce utilizza luci dirette ma non fredde.

Aromaterapia e Automassaggio: gli oli essenziali hanno un’altissima concentrazione di principi attivi benefici per la cura di varie problematiche. Anche per il mal di testa fanno davvero molto.

È essenziale, però, l’utilizzo sin dal primo sentore di attacco di cefalea.

L’olio essenziale da utilizzare è quello di menta, rosmarino e lavanda. Utilizzare due gocce di olio sulla punta dei due indici e con essi massaggiare delicatamente le tempie, facendo una leggera pressione dietro le orecchie e sulla nuca in senso orizzontale.

Svolgere il percorso completo per tre volte, lentamente e cercando di rilassarsi il più possibile.

Attività Fisica: soprattutto se la cefalea dipende da tensioni, stress e stati di ansia, svolgere una moderata attività fisica è una delle soluzioni più ottimali.

Il movimento rende la muscolatura più forte ma anche più elastica ed inoltre è risaputo che l’attività fisica è rilassante e migliora l’umore.

Puoi svolgere tutti i tipi di attività fisica: camminata, footing, nuoto, tennis, karatè. Ma è importante che tu segua queste due prerogative.

1. Non svolgere esercizi e movimenti quando sei già molto stanco in quanto invece che rilassarti, l’attività fisica potrebbe peggiorare la situazione provocando una terribile crisi dolorosa.

2. Non dedicarti agli esercizi quando è troppo caldo: la temperatura troppo elevata potrebbe scatenare la cefalea.

Questo è il percorso in base “A” con il quale Giacomo ha iniziato il suo viaggio verso l’addio alla cefalea.

Oggi sono due anni che non ha più avuto una crisi di mal di testa e mi ripete continuamente che ringrazia il cielo di avere me come cugino.

Ma il portento non sono io: il portento vero è la natura che ci mette a disposizione tantissime possibilità curative naturali.

E se tu stai ancora soffrendo di mal di testa, come ti ho detto già all’inizio di questo report, la colpa non è assolutamente tua ma del sistema che cerca di imbrigliarci in tunnel senza fine che ci succhia soldi e salute.

È giunta finalmente l’ora di uscirne.

Per oggi penso di averti già dato molti spunti su cui pensare e varie attività da iniziare a mettere in pratica fin da subito.

Nel prossimo report troverai altre informazioni potenti e semplici da applicare per sconfiggere per sempre il mal di testa.

Anzi approfitto di questi ultimi minuti per anticiparti gli argomenti.

Ti parlerò di un altro aspetto basilare della nostra vita che ha il potere di creare situazioni favorevoli o sfavorevoli a seconda di come viene attuato.

Sto parlando dell’Alimentazione.

Come vedi, un altro passo nel percorso in base “A”.

Dai cibi di cui ti nutri, da quando mangi, da come cuoci i tuoi alimenti e da tante altre sfaccettature, il tuo fisico reagisce in maniera negativa sfociando in dolorose crisi di mal di testa.

Nel prossimo report, perciò, analizzeremo queste sfaccettature per far sì che la tua alimentazione diventi il meglio per la tua salute.

  • Ti svelerò quali cibi sono da evitare e quali sono da preferire,
  • Ti svelerò cosa rende “cattivo” un cibo che può sembrare innocuo,
  • Ti svelerò quale tipo di preparazione è più congrua al bene della tua salute.

Se tutto quello che hai visto e sentito, ti è piaciuto, allora sarai seriamente interessato ai contenuti che condividerò con te nei prossimi giorni.

Seguendo questi consigli sarai in grado di allontanare da te il Mal di Testa … finalmente !!!

Se tutto quello che hai visto e sentito, ti è piaciuto, allora aiutami a condividere questo articolo sui social.

e Poi … leggi qui il secondo report !!!

Social Signal