Social Signal

I punti neri sul naso, detti anche comedoni, sono antiestetici con il loro colore che a volte è nerastro, ed a volte è giallastro.

I punti neri, in particolare, si formano a causa di impurità cutanee strettamente legate di norma all’eccesso, sotto la pelle, di sebo, di cheratina e/o di microorganismi.

I punti neri sul naso non sono quindi degli accumuli di sporco ma, al pari dell’acne, sono l’effetto dei pori che sono ostruiti e che di norma con maggiore frequenza appaiono sul viso di persone che hanno la pelle grassa.

Cause e come prevenire i punti neri sul naso

Di conseguenza, per prevenire la formazione di punti neri sul naso è necessario non solo lavare bene il viso due volte al giorno, ma occorre pure fare lo shampoo con regolarità specie se si hanno i capelli lunghi.

Questo perché se i capelli non sono puliti si rischia di ungere la pelle e di andare ad ostruire proprio i pori del naso.

La mancata cura della pelle, non a caso, rappresenta una delle cause legate alla formazione dei punti neri sul naso, ragion per cui, riferendoci alle donne, è bene evitare di truccarsi pesantemente utilizzando prodotti di make-up ed in particolare quelli che, contenente oli, possono poi portare in futuro alla comparsa dei comedoni.

Oltre ai prodotti di make-up, inoltre, bisogna fare attenzione anche all’uso delle creme per il viso perché quelle oleose, allo stesso modo, possono ostruire i pori del naso ed agevolare la formazione di punti neri, ragion per cui sono preferibili le creme idratanti senza oli e con filtro solare.

Punti neri sul naso, rimedi naturali e casalinghi

Se nonostante tutto i punti neri si sono formati sul naso, allora per eliminarli si possono adottare alcuni rimedi naturali che sono in tutto e per tutto casalinghi e che, in ogni caso, non sempre portano a raggiungere i risultati sperati.

In particolare, una delle soluzioni ritenute più efficaci per eliminare i punti neri sul naso è rappresentata dall’uso di prodotti a base di olio di melaleuca facendo attenzione ad evitare di ingerirli in quanto sono tossici.

Per liberare i pori dalle impurità, favorendo così la scomparsa dei punti neri, si può optare per una sauna oppure per un trattamento al vapore.

Si può agire direttamente sui punti neri anche applicando dei cerotti casalinghi, realizzati con  miele, succo di limone ed albume, oppure utilizzando una soluzione a base di aceto e di oli essenziali. E per purificare tutto il viso un paio di volte la settimana in molti consigliano di fare una maschera all’argilla.

Rimedi punti neri sul naso con creme e detergenti

Se i rimedi naturali e casalinghi hanno poca efficacia, allora, fermo restando che è sempre consigliabile rivolgersi prima ad un dermatologo, in commercio ed in particolare in farmacia ci sono molti prodotti da banco antiacne e contro i punti neri. Tra questi segnaliamo le creme ed i prodotti detergenti a base di perossido di benzoile ed a base di acido salicilico.

Come eliminare i punti neri

La pulizia del viso con prodotti naturali, come abbiamo detto, è fondamentale per prevenire la formazione dei punti neri. Ecco cosa si deve fare per eliminare i punti neri:

Passo 1

S’inizia con del vapore caldo a cui esporre il viso per facilitare l’apertura dei pori, questa operazione si esegue facendo bollire un pentolino d’acqua, si versano un paio di cucchiaini di bicarbonato e poi avvicinando il viso (senza scottarsi); per evitare che il vapore si disperda coprire la testa con un asciugamano. Il vapore apre i pori e rende più facile l’eliminazione dei punti neri.

Passo 2

Si procede con il detergere la pelle, attenzione: il detergente non deve sgrassare totalmente la pelle, non deve essere dunque aggressivo, altrimenti si corre il rischio di stimolare ancora di più le ghiandole sebacee e trovarsi con il problema moltiplicato. Quindi serve un detergente delicato, ma che chiaramente pulisca la pelle, sono interessanti i saponi allo zolfo.

Passo 3

Si passa alla fase tre: la maschera per eliminare i punti neri. Le maschere per il viso svolgono un ruolo molto importante poiché sono riequilibranti, astringenti e purificanti.

In particolare si consigliano le maschere di argilla verde o bianca, prepararla è molto semplice: basta miscelare la polvere con dell’acqua e con qualche goccia di succo di limone e stendere l’impasto sul viso, quindi aspettare una ventina di minuti e rimuoverlo con acqua calda.

Sono molto indicate anche le maschere a base di miele, albume e farina di avena, questo tipo di maschera si prepara mescolando un cucchiaio di miele con un albume e farina d’avena (q.b.), si stende sul viso e si attendono almeno trenta minuti prima di sciacquarla con acqua calda.

In particolare con l’albume dell’uovo (ma anche con la gelatina di pesce) e delle strisce di carta si possono creare dei cerotti casalinghi contro i punti neri.

Fenomenale il tea tree oil, un olio essenziale che uccide i batteri. Per purificare e disinfettare la pelle con punti neri possiamo fare delle frizioni con una garza imbevuta d’acqua in cui siano state diluite poche gocce di Tea Tree Oil. In alternativa si possono adoperare anche l’olio essenziale di lavanda e l’olio essenziale di ginepro. In caso di pelle infiammata si consigliano impacchi d’aloe, camomilla e calendula.

 

Le maschere a base di bardana sono l’ideale per purificare la pelle

Fra le maschere fai da te casalinghe c’è quella al miele, limone e mela molto facile da preparare e con un ottimo effetto idratante, astringente e purificante: basta frullare la polpa di una mela ed aggiungervi un cucchiaio di miele e due cucchiaini di succo di limone, stendere sul viso e rimuovere dopo una ventina di minuti.

Anche le fragole hanno un’ottima capacità astringente. Ecco come preparare una maschera contro i punti neri alle fragole e miele: si schiacciano 2 o 3 fragole e si mescolano con 1 o 2 cucchiaini di miele e 1 di succo di limone. La maschera va spalmata sul viso e lasciata agire per circa 15 minuti, poi si risciacqua con acqua calda. La maschera contro i punti neri alla fragola è utile e consigliata in caso di pelle grassa, perché la fragola ha un potere astringente e purificante.

Ottima anche la maschera per il viso contro i punti neri al miele e cannella in polvere. Si prepara mescolando un cucchiaino di miele ad uno di cannella in polvere, quindi si mescola e si stende sul viso, si copre con una garza e poi si rimuove attentamente come un cerotto per i punti neri (consigliato soprattutto sul naso).

Passo 4

Se non vi sono infiammazioni, una volta tolta la maschera si può passare ad un leggero scrub viso fatto con sale, limone e miele o con bicarbonato, limone e miele. La sottile grana di questi scrub è l’ideale per rimuovere i detriti, le cellule morte e quindi le ostruzioni dei pori.

Un altro scrub contro i punti neri facile e veloce si può fare con un uovo, del quale utilizzeremo solo l’albume, e con qualche cucchiaino di zucchero. Versiamo quindi in un contenitore il bianco dell’uovo, aggiungiamo un po’ di zucchero e mescoliamo. Terminata la veloce preparazione del nostro scrub, passiamo all’applicazione di questo sul viso, facendo particolare attenzione all’applicazione sulle zone maggiormente colpite dai punti neri.

La tecnica migliore per la stesura dello scrub è quella che prevede l’utilizzo di movimenti lenti e circolari.

L’operazione deve sembrare un massaggio delicato, ma allo stesso tempo deciso. Consigliamo inoltre di utilizzare lo zucchero di canna, invece del più diffuso zucchero di barbabietola. Il motivo è semplice: il primo ha dei grani più grandi e sfruttandoli per lo scrub la pelle ne trarrà maggiori benefici.

Passo 5

Una volta terminato lo scrub si sciacqua il viso con abbondante acqua fresca e si passa al tonico. Il tonico si può acquistare, ma si può anche fare in casa: dall’acqua di rose, al tè, al succo di limone, all’infuso di rosmarino. Oppure si può preparare con due cucchiai di aceto di mele e due di menta secca e tritata, si lascia riposare il tutto per 5 giorni, si filtra e si usa sul viso.

Eliminare i punti neri è un’impresa che richiede tempo e costanza ma anche buona volontà nel cambiare il proprio stile di vita.

Social Signal

Leave a Response