COME TORNARE IN FORMA DOPO LE FESTE? SCIANDO!

COME TORNARE IN FORMA DOPO LE FESTE? SCIANDO!

Risultati immagini per sci

Tantissimi di noi amano praticare gli sport invernali, tra questi troviamo sicuramente lo sci e lo snowboard. Succede però molto spesso, possiamo dire circa 30.000 casi all’anno, di persone che si fanno male praticando queste attività. Gli esperti del Centro Medico Lazzaro Spallanzani hanno deciso di dare qualche consiglio per evitare gli infortuni sulle piste. Ma non solo, infatti ci spiegano anche come tornare in forma dopo le abbuffate avvenute durante le feste, senza correre rischi. Scopriamo insieme meglio cosa ci suggeriscono gli esperti.

Sport invernali estremi e non solo: come non farsi male! In inverno è un grande classico andare a fare delle belle sciate in montagna. Inoltre è il periodo ideale per decidere di rimettersi in forma dopo le abbuffate, magari andando a correre. Spesso però capita qualche incidente e ci si fa male. Infatti in questo periodo aumenta drasticamente il picco degli infortuni.

Il Dott. Davide Guasti ha spiegato: “La stagione degli sport invernali è gravata da oltre 30.000 infortuni, specialmente tra chi si presenta all’attività fisica completamente impreparato”. L’esperto suggerisce inoltre di fare una preparazione atletica, nel periodo precedente all’inverno. Così nel momento in cui mettiamo gli sci ai piedi i muscoli sono pronti.

Le attività da svolgere per prepararsi sono tre: si tratta del potenziamento muscolare, dello stretching e del rinforzo propriocettivo. Tutto ciò serve per fortificare i muscoli e le articolazioni, per allungare i muscoli e i legamenti e infine per esercitare i recettori periferici del senso della posizione. Non solo gli allenamenti sulle piste possono essere pericolosi. Infatti molti decidono di andare a correre per smaltire i chili di troppo accumulati durante le feste. Questo è lodevole, ma gli esperti suggeriscono di praticare un’allenamento in palestra prima di andare a correre all’aria aperta. Inoltre consigliano di indossare abiti adeguati, calzature comode e di scegliere percorsi facili e tempi brevi.

DURANTE LE VACANZE NON C’È NULLA DI MEGLIO PER MANTENERSI IN FORMA CHE PRATICARE SPORT IN ACQUA.

Risultati immagini per nuotare con i delfini

Arrivano le tante agognate vacanze, tra passeggiate sul bagnasciuga e bagni di sole non potete pensare di oziare tutto il giorno. L‘estate invita a ritrovare la forma fisica, ad allenarsi al mare o in piscina, sfruttando il potere dell’acqua, da sempre prezioso alleato.

L’attività fisica all’aria aperta, in luoghi che mettono a contatto con la natura, fa bene al corpo, alla mente e rinforza i muscoli. E l’acqua, soprattutto quella salata, con il suo potere rassodante è un vero toccasana per il fisico: rimodella le forme con massaggi linfodrenanti e riattiva la circolazione del sangue. Bastano un po’ di esercizi di fitness, lunghe nuotate e camminate con l’acqua che arriva sopra le ginocchia e vi sentirete da subito meglio. Molto più leggere, toniche e a prova di bikini. Se siete in un villaggio vacanze o in un campeggio super organizzato potete partecipare a corsi di aquagym, oppure provare diversi sport acquatici che rinforzano il cuore e il corpo come il Sup, ovvero pagaiare in piedi sopra la tavola, ma anche windsurf, kite, wakeboard. Altrimenti per vivere l’estate in forma allenatevi e divertitevi in acqua.

Nuotata libera
Se amate fare lunghe nuotate in solitaria al mare o in piscina e durante l’inverno vi siete allenate regolarmente, potete immergervi nel blu e provare l’esperienza del nuoto al largo, in acque libere. Rende armonico il corpo, allunga la muscolatura e rinforza i muscoli. Ma soprattutto snellisce e tonifica. Prima di tuffarvi riscaldatevi con una corsetta veloce di 10 minuti sulla spiaggia. In acqua, invece, alternate gli stili: libero, dorso, rana e delfino, con variazioni di ritmo. Dopo ogni allenamento è importante fare stretching sulla sabbia in riva al mare e concedetevi anche della frutta fresca.

Esercizio in acqua
Per prima cosa non allenatevi nello ore troppo calde, meglio la mattina presto o la sera, al tramonto. Tenete sempre una bottiglia di acqua naturale a portata di mano e idratatevi. Il movimento in acqua allena anche il sistema cardiovascolare e con il tempo avrete molto più fiato. Iniziate con 10 salti portando le ginocchia al petto con l’acqua alla stessa all’altezza, alternateli a 10 slanci laterali alternati (destra e sinistra). In piscina avete anche la possibilità di usare il bordo come una sbarra. Fermatevi per respirare e poi altri 10 salti a gambe divaricate e intanto spingete con le braccia l’acqua verso il basso per rafforzare i pettorali.

Crunch in acqua
Se siete in piscina e volete allenare gli addominali, stendete la schiena alla parete e tenete le mani a bordo vasca e iniziate a sollevare le gambe tese verso il petto cercando di mantenere l’addome quanto il più contratto possibile.

Allenamenti per le braccia
Procuratevi un pallone. In piedi in acqua, prendete il pallone tra le mani e spingetelo sott’acqua. Rimanete qualche secondo nella posizione e poi lentamente iniziate ad eseguire dei piegamenti con le braccia, senza far riaffiorare completamente in superficie la palla.

Corsa e camminata in acqua
La corsa leggera o la camminata la mattina presto in acqua, accompagnata dal solo rumore del mare, regala assoluto benessere. Potete procedere con un ritmo leggero, iniziate con 30 minuti, con la possibilità di aumentare il tempo in maniera graduale. La camminata veloce elimina i cuscinetti e tonifica le gambe massaggiandole e donando sprint al metabolismo.

ALLENARE IL CORPO E LA MENTE, PER STARE BENE CON IL CORPO E LA MENTE.

Risultati immagini per palestra

Gli antichi romani erano già giunti a queste conclusioni e non è da meraviagliarsi che anche la moderna scienza lo confermi. E la palestra di allemento l’abbiamo davvero alla portata, ovvero il Web e Internet.

Arriverà un giorno, forse, in cui gli italiani dedicheranno maggior tempo alla cura del cervello insieme quella per il corpo. O almeno i due aspetti si equivarranno. Perché i dati aggiornati raccontano come il 37% stia attento alla mente contro un 60% che invece dedica tempo, energie e soldi alla palestra. Ma che le cose possano cambiare emerge dalla stessa ricerca Swg per Novartis nel contesto della terza edizione dell’iniziativa Brainzone ovvero il progetto dedicato alla sensibilizzazione della cura del cervello e sulle patologie neurologiche. Sono infatti le nuove tecnologie via web che propongono i modi – istruttivi, divertenti e salutari – per mantenere in forma il cervello. Insomma, con pochi click è possibile ottenere più risultati nell’ottica di rafforzare o comunque mantenere le potenzialità della testa.

Più tempo alla cura del corpo, meno alla testa
Alla base della pigrizia diffusa tra gli italiani c’è forse un po’ di ignoranza. Non tutti sanno o comunque se ne rendono sufficiente conto che il cervello ha bisogno di essere allenato per rendere al meglio. Significa che andrebbero ridotte le ore trascorse davanti alla televisione e aumentate quelle davanti a un libro. Meglio ancora sarebbe mettersi alla prova con l’enigmistica o il sudoku, quella scacchiera in cui inserire i numeri secondo le regole. Nulla di complicato, anche perché esistono tanti livelli di difficoltà. E poi, quando si esce, il tempo investito a teatro o a visitare musei non è mai sufficiente. Ebbene, tutte queste attività rappresentano preziosi allenamenti per il cervello. E la ricerca riferisce che solo la parte minoritaria del Paese dedica il proprio tempo libero a stimolare e rafforzare la mente.