Barba che Passione!

Come infoltire la barba

La barba, soprattutto quando è molto folta, è molto virile. Per lasciarla crescere però non basta non usare il rasoio, ma servono alcuni accorgimenti da seguire. La prima cosa da evitare è toccare sempre la barba con rasoio oppure forbici. Dovrebbero passare almeno 4-5 settimane prima di poterla modellare. Il tempo serve per fare in modo che tutte le sezioni della barba possano crescere in modo uniforme: i peli individuali infatti posso crescere in modo diverso. Ma andiamo a scoprire altri consigli su come infoltire la barba.

Dare uno stile alla barba folta

Dopo che la barbara è cresciuta, si può procedere con la scelta dello stile di barba che si vuole (leggi anche come fare crescere la barba). Si può fare il pizzetto, la mosca, una striscia sul mento, barba lunga, ecc. La cosa migliore da fare sarebbe farsi fare il taglio da un barbiere professionista, ma volendo si può anche procedere da soli. Per farlo, serve un rasoio utile per definire la linea del collo per poi procedere con il resto della barba. Sulle guance, ad esempio, sarebbe meglio lasciare la linea naturale.

Infoltire barbara: prodotti e alimentazione

Tra i consigli su come infoltire la barba (leggi anche come farsi allungare la barba più velocemente) c’è anche l’uso di uno shampoo delicato per tenerla pulita. Ma non solo. Usare anche un balsamo per raffozzarla e renderla più folta. La barba dovrebbe anche essere protetta con un olio protettivo, come quello di vinaccioli o jojoba, che serve a tenerla idratata. Anche l’alimentazione è importante per dare beneficio alla barba: preferire, ad esempio, verdure come spinaci e cavolo nero.

Cosa mangi può avere un notevole impatto su tutti gli aspetti del tuo benessere fisico, tra cui anche una pelle sana e una crescita vigorosa di peli e capelli. Si è riscontrato che molte vitamine favoriscono la crescita dei peli in genere, compresi anche quelli del viso. Presta attenzione alla tua dieta e assicurati di assumere una quantità sufficiente di questi particolari elementi nutritivi.

Inserisci nella tua alimentazione delle vitamine che stimolano la salute dei peli. Sebbene sia sempre possibile applicare dei trattamenti sul viso per favorire la crescita della barba – e sperare per il meglio – anche agire dall’interno dell’organismo è un’ottima opzione.

Prendi la vitamina A. Migliora la produzione di sebo che mantiene idratati i follicoli piliferi e la pelle. Questa vitamina è presente in uova, carne, formaggio, fegato, carote, zucca, broccoli e verdure a foglia verde scuro.

Assumi molta vitamina E, che da molto tempo è stata riconosciuta come la “panacea” per una pelle sana, oltre al fatto che è in grado di migliorare la circolazione sanguigna, che a sua volta crea un ambiente ottimale per la crescita dei peli. Gli alimenti ricchi di vitamina E sono gli oli, le verdure a foglia, la frutta secca e i piselli; pertanto, la maggior parte della gente assume molta vitamina E seguendo una normale alimentazione.

Migliora la circolazione del sangue con la vitamina B3. Una circolazione sanguigna sana può avere un impatto positivo sulla crescita pilifera. Degli studi hanno riscontrato che la vitamina B3 è ancora più efficace se presa insieme alla biotina.

Prendi la vitamina B5. Questa è conosciuta anche come acido pantotenico; non solo aiuta il corpo a usare nel modo corretto i grassi e le proteine, ma è indispensabile anche per la salute dei capelli; inoltre, si è riscontrato che è in grado di ridurre lo stress, il quale può sicuramente inibire la crescita dei peli. Questa vitamina è presente naturalmente nel lievito di birra, nei broccoli, nell’avocado, nei tuorli d’uovo, nelle frattaglie, nell’anatra, nel latte, nelle aragoste, nel pane integrale e in molti altri alimenti.

Come aggiustare la barba corta

Molti uomini nel farsi la barba la lasciano volutamente un po’ corta. In questo modo si adotta un look ‘finto trasandato’ mantenendo la cosiddetta ‘barba dei tre giorni’. Ma detto questo, come aggiustare la barba corta in modo tale da poter mantenere, in ogni caso, un look sobrio e pulito?

Come aggiustare la barba corta con un buon regolabarba Ebbene, per mantenere corta ed uniforme una barba appena accennata è bene munirsi di un buon regolabarba, meglio se professionale in quanto costa di più ma è più efficiente. In base ai gusti personali, si può regolare l’accessorio a 3-4 millimetri e comunque non oltre il mezzo centimetro.

Come aggiustare la barba corta creando delle sfumature

Per aggiustare e per mantenere la barba corta, tra l’altro, si può giocare sulle regolazioni lasciandola per esempio un millimetro più lunga in corrispondenza dei baffi, attorno alla bocca e sul mento. E questo al fine di poter dare risalto ad alcune zone del nostro viso rispetto ad altre.

Come aggiustare la barba corta con lunghezza da 1 a 5 mm

E per quel che riguarda il collo, si può utilizzare sempre il regolabarba per un look ‘finto transandato’ uniforme, oppure oltre la linea della mandibola si può procedere con una rasatura completa utilizzando un buon rasoio tradizionale al fine di avere un look più pulito ed evitando così l’insorgere di eventuali irritazioni a patto chiaramente di utilizzare la schiuma oppure il gel da barba. Per quel che riguarda la misura della barba corta, bastano un paio di millimetri se questa è folta e molto scura, mentre se i peli sono molto chiari si può tarare il regolabarba sui 4-5 millimetri.

Come tagliarsi la barba con la lametta

Alcune regole per farsi, bene, la barba di mattina
Farsi la barba con la propria lametta è fondamentale: per avere un aspetto curato e per avere, sempre, una pelle liscia e presentabile.
Ecco come tagliarsi la barba con una lametta.

Innanzitutto: bisogna avere, a disposizione, un gel da barba o schiuma da barba, una lametta e un dopobarba.

Il periodo migliore per radersi con la lametta è, quello, mattutino: di mattina, infatti, la pelle è più morbida e i muscoli del viso risultano, ancora, essere rilassati dal sonno.

Prima regola per una perfetta rasatura: bagnarsi la barba con acqua calda: per rendere, più soffici, i peli: rendendo, così, più semplice il passaggio sulla barba e il taglio della lametta.

Seconda regola per una perfetta rasatura: applicare, sul viso, un gel da barba adatto alla rasatura. Se proprio non si vuole utilizzare il gel da barba, ecco la schiuma da barba e il sapone. Ma la schiuma da barba o, addirittura, il sapone, hanno un effetto deleterio ed essicante sulla pelle. Quindi, la rasatura con il gel da barba risulta essere quella più efficace: per far scorrere, al meglio, la lametta, e per avere un impatto positivo sulla pelle del proprio viso.

Terza regola: non bisogna badare a spese per l’acquisto della propria lametta da barba. Bisogna acquistarla di marca e, possibilmente, un trilama, che è, sicuramente, molto meglio di un monolama non di marca!

Quarta regola: acqua calda sulla lametta per la pulizia dei residui

Quinta regola: se si ha del tempo, bisogna farsi due rasature. La prima: passandosi la lametta dal verso della barba. La seconda: riapplicando, una seconda volta, il gel da barba e facendo un secondo passaggio contropelo.

Sesta regola: dopo essersi fatti la barba, bisogna sciacquarsi, abbondantemente, il viso; evitando di lasciare residui di gel.

Settima e fondamentale regola: dopo la rasatura, applicare, sul viso, un valido gel dopobarba o una crema lenitiva, per “ammorbidire” il viso e per eliminare eventuali rossori o fastidi sul viso stesso, dovuti alla rasatura.

Ottava e ultima regola, a sorpresa: non radersi più di una volta ogni due o tre giorni, evitando di farsi la barba più spesso, per evitare un continuo stress sulla propria pelle.

Seguiti questi semplici consigli o regole: buona rasatura!